Come godere del sole durante e dopo le terapie

Estetica oncologica: La formula in 7 step per trasformare il tuo rapporto con il sole nella storia d’amore più appagante della tua vita. Consigli pratici a sfondo ironico per farti vivere i benefici del sole senza pensieri anche se sei in terapia.

 Ho deciso di inserire in questo articolo gli ingredienti necessari per farti recuperare la carica vitale che meriti. È il momento di riassaporare la vita, ora più che mai! Quando immagini leggerezza e libertà, pensi alla bella stagione, ma subito dopo ti assale l’inevitabile dubbio.

Estetica oncologica: il sole fa bene o male?

È innegabile, l’energia del sole è tra le più potenti medicine naturali, gratuita e alla portata di tutti. Dobbiamo solo capire come intrecciare con “Elio“ una relazione appagante e senza rischi. In ogni rapporto di coppia l’ingrediente segreto è l’equilibrio e ora ti indico come recuperarlo.

So bene che le terapie hanno messo a dura prova il tuo stato emotivo e tu hai il diritto (e il dovere !) di programmare momenti e situazioni che facciano schizzare a mille gli ormoni del benessere. Avrei voluto raccontarti storie di vacanze all’aria aperta, al mare o in montagna e mille una occasione per ritrovare serenità.

Poco ci importa se gli spostamenti sono ancora difficoltosi, tu con un pizzico di fantasia puoi sempre trasformare il balcone di casa tua nel belvedere di Capri. Ora lascia che ti elenchi i 7 step che ti faranno vivere serenamente la tua storia d’amore con la palla di fuoco, Elio, il focoso. Durante e dopo le terapie (specialmente chemioterapia e radioterapia) la pelle è più sensibile e fragile, si scotta e si macchia con più facilità. Mettiamola così… É il suo modo alternativo per dirti “AMAMI!

Estetica oncologica: entriamo nel dettaglio con i sette step

1. Fai un check nell’armadio

Le zone del corpo trattate con radioterapia o chirurgicamente devono restare superprotette e super schermate. Indossa capi in fibre naturali, non sintetiche, per almeno 6 mesi dopo la sospensione delle sedute. Un tessuto a trama fitta, maniche e pantaloni lunghi, tessuti asciutti ti proteggono con maggior sicurezza.

Immaginati in un caftano di lino impreziosito da quei fantastici cappelli a tesa larga e occhialoni alla Audrey Hepburn. Lo stile anni ‘50 che ci faceva sognare in tv e ora ti offre l’occasione per proteggerti aggiungendo un tocco di classe. Concediti adesso quel vezzo che non avresti mai osato prima.

2. Difendi i trofei di guerra

Le cicatrici ti chiedono protezione totale e una cura speciale quotidiana. Non esporle mai al sole nemmeno con una crema solare a protezione totale. L’esperienza mi ha confermato che massaggiandole ogni giorno con manualità dedicate regrediscono e si assottigliano fino quasi a scomparire.

Ho insegnato a decine di donne la semplice tecnica che le trasforma in trofei da esibire con grande soddisfazione e orgoglio. Mi piacerebbe dedicare anche a te gratuitamente il tempo necessario ad imparare come prendertene cura… Se lo vorrai ti basterà contattarmi, nel frattempo proteggile come ti ho spiegato.

3. Spalmati come fossi un panino alla nutella

Scegli un cosmetico solare con un fattore di protezione a largo spettro UVA e UVB. Seleziona solo quelli contenenti filtri fisici, a base di ossido di zinco e biossido di titanio.  Lo so, sono quelli che ti lasciano la pelle bianca come calcestruzzo, pazienza! La tua sicurezza non teme “imbiancature” Mi raccomando, non scivolare anche tu sulla falsa credenza che un fattore di protezione alto non abbronza.  È proprio il contrario!

Non farti tentare dalle promesse abbronzanti dei fattori inferiori al 50+ , la tua storia romantica con “Elio “ merita di essere vissuta con il massimo piacere. Verifica sempre la data di scadenza e non farti tentare di usare il barattolo avanzato dell’anno scorso… Sarebbe come se ti spalmassi la nutella. Applica il prodotto ogni due ore, dopo ogni bagno o dopo intensa sudorazione. Non dimenticare di spalmarti orecchie, zona posteriore del collo e labbra, per non trovarti fucsia dove meno te lo aspetti.

ATTENZIONE!

Non pensare di poter evitare la protezione quando non ti esponi al sole in modalità lucertola, la protezione solare andrebbe usata SEMPRE, anche d’inverno. Ovviamente solo per le zone esposte al sole. Lo so a cosa stai pensando. Quale solare devo acquistare per stare tranquilla?

Nella jungla delle aziende cosmetiche spesso mi sono persa pure io e, dopo anni di esperienza e brutti incontri, voglio che tu non ti imbatta in situazioni simili. Perciò ti fornisco il nome di alcuni loschi individui che non devono mai comparire nell’elenco degli ingredienti, di qualsiasi marca si tratti.

Ecco la lista nera:

  • Petrolati (mineral oil, petrolatum, paraffinum, cera microcristallina, vaselina, microcrystalline wax)
  • Avobenzone 
  • Oxybenzone 
  • Octocrylene 

E mi raccomando, non farti ingannare dalla dicitura “cosmetico naturale“, non dare mai nulla per scontato, pure lì puoi scoprire l’intruso.

4. Che facciamo questa sera?

La pigrizia non è contemplata. Dopo ogni esposizione concediti una doccia tiepida e super massaggio total body con emulsioni nutrienti, lenitive, addolcenti. Per me il top sono i burri vegetali senza aggiunta di profumo e oli minerali, come questi

Burri

5. A che ora organizzo l’incontro romantico?

 “Elio“ è troppo focoso, non farti strapazzare. Dalle 10 del mattino fino alle 16 stagli alla larga perchè se avrai pazienza di aspettarlo prima durante il resto della giornata diventa l’amante perfetto. Se poi hai il privilegio di poter fare una gita in barca o stare vicino a specchi d’acqua, non farti ingannare dalla brezza, raddoppia le attenzioni, lì la sua focosità è pericolosa

6. Ubriacati di H2O

Che noiosa che sono. Lo ripeto a tutte le donne che incontro e con te sono ancora più petulante. Bevi almeno due litri di acqua al giorno e, se il tuo medico te lo concede, aggiungi sali minerali

7. Se ti becco che solo lo hai pensato, dovrai fare i conti con me!

Evita come la peste le lampade abbronzanti. Non aggiungo altro.

Ti aspetto dall’altra parte.

Giovanna Buratti. Estetista Oncologica OTI e Regione Piemonte.

Ti potrebbe anche piacere

donna riccia pensierosa con banconota
Non voglio i tuoi soldi!

Se pensi che avere il portafoglio gonfio sia una ragione valida per essere ammessa ai miei programmi rimodellanti, ti stai sbagliando di