Adipe localizzato o cellulite?

Come un’estetista ricercatrice sconfigge la cellulite rifiutando di trattare la cellulite.

Quali trattamenti efficaci per la cellulite scegliere per compiacersi degli sguardi del vicino di ombrellone.

Che confusione!

Tutti parlano e sparlano di cellulite anche quando di infiammazione del tessuto connettivo non si vede neppure l’ombra. Insomma, una gran parapiglia all’insegna dello sconforto. La paura di avvizzire che attraversa da sempre la mente delle donne ha permesso al battage mediatico di illuderci con soluzioni troppo generalistiche. Tattica sopraffina e ben studiata per creare un fantastico e florido business.

Per fortuna i tempi della consapevolezza sono maturi, gli occhi e la mente si aprono su tutti fronti e un po’ tutte ci siamo stufate di abboccare alle false promesse. Non sentirti sola, nella rete dell’inganno non sono cadute solo le ignare fanciulle a caccia di rimedi.

Anche la maggior parte dei professionisti che dovrebbero essere in grado di trovare una soluzione efficace , mettono nello stesso calderone perdita di elasticità, ritenzione idrica e adipe localizzato.

Amica mia sappiamo quanto un intervento improprio non riesca a generare il miracolo sperato e per questo lascia che l’estetista ricercatrice ti sveli come stanno realmente le cose.

Ogni anno, allo sbocciare delle prime margherite nei prati, complice il clima mite e il desiderio di farsi accarezzare le gambe dal vento (e non solo…), noi donne ci soffermiamo qualche minuto in più davanti allo specchio di casa (o dei camerini di prova delle boutique…).

La visione di insieme è all’altezza delle aspettative?

In quei cinque minuti di valutazione una scarica adrenalinica attraversa il nostro inconscio quanto la notte prima degli esami. Tempo di raccogliere le idee e via di corsa a comprare il primo rimedio che il web spaccia come la scoperta del secolo.

Risultato?

Pelle leggermente più liscia per la prima mezz’ora dopo l’utilizzo e poi il nulla. Niente di utile per la prova costume. Tutti confondono l’adiposità localizzata con la cellulite, e per mille situazioni propongono la stessa soluzione. Ma nessuno si preoccupa di indagare dove risiede la causa del tessuto che cambia.

Differenza adipe cellulite

Proviamo a spiegare la differenza per evitare altri inutili sprechi di tempo e denaro.

Cos’è la cellulite e come si forma? La cellulite interessa lo strato adiposo (cioè il grasso) superficiale ed è un vero e proprio stato infiammatorio. L’adipe localizzato è invece un accumulo di grasso negli strati più profondi. La cellulite è una malattia del tessuto connettivo causata da molti fattori e che interessa l’ipoderma, cioè lo strato adiposo tra il derma cutaneo e i muscoli.

Le aree più colpite sono fianchi, cosce, ginocchia, glutei che assumono il classico aspetto a buccia d’arancia. In queste zone il tono muscolare si è ridotto e così pure il tono di vene e capillari. Il cedimento lascia spazio all’invasione del grasso. Poco ossigeno e scarso afflusso di sangue, scarsi nutrienti e probabili alterazioni ormonali riducono la vitalità delle cellule generando infiammazione che è la causa scatenante della cellulite.

Cara amica l’esperienza mi ha fatto osservare che le donne con la cellulite hanno caratteristiche molto comuni:

  • sono a dieta da sempre e subiscono un effetto yo-yo a causa delle oscillazioni di peso.
  • non praticano attività sportiva adatta o non la praticano affatto.
  • distribuiscono male le calorie nell’arco della giornata, specialmente con un eccesso nelle ore serali.
  • si inventano le diete.
  • hanno un’iperattività lavorativa, famigliare, relazionale…per farla breve, sono sature di stress che stimola voglie incontrollabili di dolci e carboidrati…alla sera davanti allo sportello del frigo non le ferma neppure “L’Isola dei famosi“.
  • hanno una massa muscolare da pensionata.
  • si trascinano la zavorra genetica di problemi circolatori venosi e ritenzione di liquidi.
  • lottano con un intestino che fa più dispetti di Pippi Calzelunghe e credono che gonfiore addominale, stitichezza e colite siano difetti di fabbricazione.

Trattamenti efficaci contro la cellulite

Quindi, se abbiamo capito che quando la membrana (l’involucro esterno) della cellula adiposa è infiammata e non riesce a liberare i grassi depositati, per spremerli fuori dobbiamo far scendere l’infiammazione. Senza questo passaggio non arriveremo mai a un risultato evidente e duraturo.

Ecco perché ogni volta che ti sei sottoposta a trattamenti “spremicellulite” senza passare da una fase detox, unico sistema per abbassare l’infiammazione, hai solo contribuito a peggiorare le cose. Ora ti starai chiedendo se esiste un trattamento efficace per la cellulite, per sconfiggerla o almeno ridurla?

Ora ti darò una cattiva notizia e una buona notizia. Togliamoci subito quella cattiva.

La maggior parte dei metodi in commercio sono incompleti, inutili se non dannosi, proprio per il motivo che ti ho appena spiegato. Ma si sa, già scrivere “cellulite” su un barattolo di crema o su un trattamento estetico crea curiosità e genera tanti soldini. La bella notizia è che un sistema scientifico basato sul principio della depurazione esiste e funziona dalla notte dei tempi.

Non pensare però che sia così automatico arrivare alla meta. Se stai già immaginando che esistano pilloline, beveroni o pozioni magiche stai rischiando di andare ancora una volta fuori strada. Anche tu devi essere disposta a lasciare andare le abitudini “tossiche”. L’impegno, la pazienza e il rispetto dei tempi fisiologici di rigenerazione cellulare, ti porteranno a ottenere risultati stupefacenti e duraturi nel tempo.

Abitudini tossiche: sveliamo l’arcano

Per combattere la tua cellulite (o adipe, chi lo sa?) dobbiamo prenderci tempo per una analisi attenta. Non tutti i tipi di accumuli e rotolini sono cellulite, non tutti gli stadi di cellulite sono uguali e trattabili allo stesso modo, ciò significa che se diamo un nome e cognome al nostro nemico grassoccio, sapremo come sconfiggerlo

Il generale e filosofo cinese Sun Tzu vissuto tra il VI e il V secolo a.C. scriveva:

I guerrieri vittoriosi prima vincono e poi vanno in guerra, mentre i guerrieri sconfitti prima vanno in guerra e poi cercano di vincere

Sun Tzu

Aveva ragione, senza analisi preliminare e studio strategico non puoi pensare di sconfiggere nessun avversario e la cellulite non è di certo tra le nostre più care amiche! Ogni volta che ti sei cimentata con il fai da te o hai acquistato soluzioni da chi non ha competenza e capacità analitica sei stata oppressa dall’ennesima frustrazione… E non è ciò che meriti!

Ora so che fino a questo punto il mio articolo potrebbe sembrarti un’invettiva contro il mercato dell’estetica che ha perso per strada valori importanti come l’etica e il rispetto della salute.

In realtà non è così.

Al giorno d’oggi le novità e le promesse del “tutto e subito” producono un significativo impatto sui desideri neanche troppo segreti delle persone e delle donne in particolare. In altre parole vende di più chi la spara grossa piuttosto chi si prende la briga di spiegare le cose come stanno per non creare false illusioni.

Studio Acqua sul fronte cellulite e rimodellamento del corpo da che parte sta?

Beh, siamo tra quelli che amano prendersi delle brighe. Ci piace indagare a fondo per scoprire le cause che hanno danneggiato i tessuti, scandagliamo quali meccanismi fisiologici sono andati in tilt. Solo dopo la raccolta dati (analisi ed anamnesi) procediamo a formulare un efficace piano di cura estetica.

Lo strumento che ci fornisce maggiore chiarezza è la lastra termografica… Lei non mente, è uno strumento di diagnosi infallibile. L’esame si effettua misurando la temperatura corporea in diversi punti. Colori differenti con cui si presenta la lastra denotano i diversi stadi di cellulite.

La diagnosi è dettagliata non solo per quel che riguarda la tipologia di cellulite ma per capire lo stato di gravità raggiunto. Attraverso il monitoraggio riusciamo anche a verificare nel tempo se la terapia estetica sta dando i frutti sperati…così siamo sicuri di non campare strategie a vanvera.

In parole povere, se non so di cosa ha bisogno un organismo non posso improvvisare un rimedio e noi non abbiamo nessuna intenzione di lasciarti in balia del caso o dell’improvvisazione. Acquisiti i dati procediamo con trattamenti specifici di rigenerazione cellulare e stimolo metabolico adattati allo stadio in cui si presenta la cellulite e ci occupiamo di renderti consapevole delle abitudini che possono renderti predisposta alla cellulite.

Trattamento specifico e educazione vano di pari passo. Ti sembrerà un dettaglio ma la tua soddisfazione è la ragione per cui ci alziamo dal letto ogni mattina con la grinta nelle vene.

Donne ed eterni dilemmi

  • Fanno qualcosa le creme e i trattamenti anticellulite?
  • Quante sedute devo fare per avere risultati?

Ad entrambe le domande rispondo così:

quando qualcuno ti propone la crema o il trattamento miracoloso che promette in poche sedute o applicazioni la smaterializzazione della cellulite, sappi che vuole venderti una chimera e probabilmente non sa neppure lontanamente quanto sia delicato e complesso il percorso di rigenerazione cellulare

Cara amica, il check-up, la detossinazione del corpo e l’intervento personalizzato sono l’unica strada per tornare a far vivere in salute e bellezza un organismo, cellulite compresa. No, infiammazione – no cellulite, è molto semplice.

Ascolta la vecchia estetista ricercatrice bacchettona: educare ad una presa di coscienza obiettiva lontana dalle dinamiche commerciali è una dura missione quotidiana che non ho nessuna intenzione di abbandonare.

Per avere più informazioni sul metodo Studio Acqua clicca qui sotto.

Ti aspetto sulla sponda della morbidezza sostenibile.

Giovanna

Ti potrebbe anche piacere

donna riccia pensierosa con banconota
Non voglio i tuoi soldi!

Se pensi che avere il portafoglio gonfio sia una ragione valida per essere ammessa ai miei programmi rimodellanti, ti stai sbagliando di